LICEO LAURA BASSI

Progetti in Corso

Print Friendly, PDF & Email

Nella sezione sono presentati progetti in svolgimento nel Liceo:

4 RAGAZZI DEL LICEO BASSI AL PARLAMENTO EUROPEO
LA NOSTRA SCUOLA E’ VERAMENTE EUROPEA
UNO BIANCA MIRARE ALLO STATO
LA NOTTE BIANCA DEI LES
ERASMUS+ – IL LICEO LAURA BASSI AL PARLAMENTO EUROPEO
CIC – SPORTELLO DI ASCOLTO
PROGETTO UNO SPAZIO PER I GIOVANI

 

4 RAGAZZI DEL LICEO BASSI AL PARLAMENTO EUROPEO!

I loro nomi sono Hala Ahmad (5C), Isabella Sofia De Gregorio (5C), Michelangelo Lopilato (3M), Justin Vid (3C) e sono i 4 ragazzi che sono stati selezionati dal progetto MyRevolution1968 per rappresentare l’Italia presso il Parlamento Europeo di Bruxelles, Belgio. Per la prima volta sono 4 ragazzi della stessa scuola e dello stesso indirizzo, il Liceo Economico Sociale, a rivestire un ruolo così importante. I giovani studenti si sono distinti per il loro interesse, la padronanza della lingua inglese e la conoscenza di tematiche sociologiche, giuridiche ed economiche.

Il percorso è iniziato dalla presentazione del progetto da parte di GVC-WeWorld a Bologna, e numerosi ragazzi si sono candidati e hanno partecipato a dei workshop, al termine dei quali sarebbero stati selezionati i primi 20 fortunati. Prima tappa Vienna, Austria. Seconda tappa Cracovia, Polonia. Ma solo una piccola delegazione avrebbe avuto l’opportunità di dibattere e relazionarsi con i MEPs (Parlamentari dell’Unione Europea). Durante questi viaggi i ragazzi hanno stilato insieme ai ragazzi austriaci, polacchi e sloveni il “Central European Youth Manifesto”, un documento che trae ispirazione dalla Rivoluzione studentesca del Sessantotto e che elenca tutte le richieste dei giovani del 2019/2020 alla classe dirigente, alla politica, alle organizzazioni internazionali. Le “demands” sono il risultato di lunghi dibattiti e di un duro lavoro. Sono giunti a classificarle in grandi macro-temi: “Youth demands on System Criticism: staying within the limits of the planet”, “Environmental protection, animal rights & against climate change”, “Human rights, Political Participation, Media & Democracy”, “Education”, “Health Care and Social Issues”, “Spare time and consuption issues”, “Migration and mobility”, “Work & Labour”.

I nostri ragazzi hanno svolto il tutto in lingua inglese e si sono relazionati con persone di altre nazionalità. È stata un’esperienza unica dal punto di vista formativo, ma soprattutto dal punto di vista culturale. Non capita tutti i giorni di vivere esperienze di questo tipo.

Ed eccoli qua, un orgoglio per il Liceo Laura Bassi, un orgoglio per il Liceo Economico Sociale (definito anche “il Liceo della contemporaneità”), e ovviamente un orgoglio per Bologna e per lo Stato Italiano stesso.

Referenti: Studenti del Liceo


LA NOSTRA SCUOLA E’ VERAMENTE EUROPEA!

Il Consiglio pedagogico di Teacher Academy è responsabile del programma dei corsi online Teacher Academy. Ogni anno, definisce quali corsi online saranno offerti attraverso Teacher Academy e supporta lo sviluppo dei corsi con controlli di qualità e guide sulle pratiche di e-learning, istruzioni sulla progettazione e metodi didattici all’avanguardia.

Nel mese di aprile 2019, il nostro Istituto, unico rappresentante su tutto il territorio nazionale,

è stato selezionato per partecipare ad un progetto pilota (case study), curato dalla prof.ssa elena Pezzi, con lo scopo di studiare modalità innovative e fornire spunti agli insegnanti riguardo alle possibilità offerte dalla formazione online (corsi erogati dal portale europeo School Education Gateway / Teacher Academy).

A novembre, terminato il progetto, i membri del Pedagogical Advisory Board (Teacher Academy) sono venuti per incontrare la dirigente, Maria Grazia cortesi, e i docenti della nostra scuola che hanno partecipato al progetto pilota di formazione. L’obiettivo di questo incontro era di fare il punto della situazione, valutare l’esperienza e le criticità, nell’ottica di favorire future collaborazioni e nuovi programmi. I membri del Comitato sono i più famosi esperti nel campo dell’e-learning e della formazione professionale degli insegnanti. Sono nominati dalla Commissione Europea sulla base di accordi con i Ministeri degli Esteri dei vari paesi europei.

Docente Referente: Elena Pezzi


UNO BIANCA MIRARE ALLO STATO

Iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da MIUR e MIBAC

link al video

E’ un documentario d’inchiesta realizzato nei laboratori cinematografici del Liceo Laura Bassi di Bologna, a cura di Roberto Guglielmi e Enza Negroni, con gli studenti del Corso Doc. 

L’indagine cerca di dare risposta ad un interrogativo rimasto fino ad oggi senza soluzione. Per sette anni, da 1987 al 1994, la banda della Uno Bianca ha seminato terrore in Emilia Romagna e nelle Marche.

Rievocarne il nome mette ancora oggi paura. Il dolore causato alle vittime e ai familiari, dalla furia omicida, è senza fine.  Eppure, una vicenda terroristica senza precedenti non ha ancora suscitato l’interesse storico e politico dovuto. Perché?

Di questo atto di guerra contro la credibilità dello Stato si conoscono solo alcuni degli esecutori materiali. E’ giunto il momento di cercare mandanti e fiancheggiatori.

Nel documentario, si rivelano fonti, fatti, contesti e testimonianze. Vengono alla luce depistaggi e contraddizioni che potrebbero consentire di tornare ad indagare; per raggiungere, a distanza di alcuni decenni, una verità libera da compromessi e coperture. 

Docente Referente: Roberto Guglielmi


 

LA NOTTE BIANCA DEI L.E.S.
Cultura e sviluppo economico

Il Liceo Laura Bassi apre le sue porte durante la Notte Bianca dei LES!
Venerdì 25 Ottobre dalle 18:30 alle 22:30 presso la sede di Via S.Isaia del Liceo Laura Bassi di Bologna si svolgerà un evento volto a far conoscere meglio l’indirizzo a docenti e ragazzi delle scuole secondarie di 1º grado per rendere la loro scelta liceale più consapevole.
Nella prima fascia oraria dalle 18:30 alle 20:30 le attività saranno declinate soprattutto per docenti; nella seconda fascia oraria dalle 20:30 alle 22:30 le attività saranno dedicate soprattutto agli studenti e loro famiglie.
L’invito è rivolto a docenti, studenti e famiglie degli Istituti di Istruzione Superiore di Primo Grado, agli studenti del LES Laura Bassi e loro famiglie, ai docenti e al personale ATA del Liceo Laura Bassi, alle eventuali persone interessate.
Durante lo svolgimento dell’evento sarà allestito un buffet e i ragazzi del Liceo Musicale accompagneranno la manifestazione con musica dal vivo!
Nel volantino trovate tutte le informazioni riguardo alle varie attività che verranno svolte, vi aspettiamo numerosi!!

Sito della Rete nazionale dei L.E.S.
Volantino
Programma

Destinatari : tutte le classi del Liceo Economico Sociale
Docente referente : Antonella De Luca


ERASMUS+ IL LICEO LAURA BASSI A BRUXELLES

Il Liceo Laura Bassi  è stato invitato come rappresentante unico dell’Italia al Parlamento Europeo per la conferenza stampa degli Erasmus Days 2019, che si è tenuta giovedì 10 ottobre, a Bruxelles.

Bologna, portavoce italiana per i progetti innovativi di Erasmus+ “No man is an island” è questo il nome del progetto coordinato dall’istituto bolognese “Laura Bassi”, che permette agli studenti di di viaggiare e formarsi all’estero. I partners dell’iniziativa si trovano tutti su isole.

Bruxelles – C’è anche l’Italia a rappresentare il noto programma Eramsus+, che permette ogni anno a migliaia di studenti di poter viaggiare, studiare e formarsi anche al di fuori dei confini nazionali. A portare la sua esperienza in Parlamento Europeo è il liceo umanistico linguistico di Bologna, “Laura Bassi”. L’istituto è dal 2018 tra i coordinatori del progetto internazionale “No man is an Island” (NOMI), che avrà termine nel 2021.
Il nome del programma si ispira ai versi del celebre poeta inglese John Donne, che a inizio 17esimo secolo inneggiava alla reciprocità tra gli uomini. Nessun uomo è solo a questo mondo, nemmeno se sperduto su un’isola. E’ su questa allusione che prende vita l’iniziativa NOMI, si, perché le altre scuole coinvolte si trovano tutte su isole.
“Bologna è tra le città più antiche in Italia e la nostra scuola fu fondata quando ancora c’era la monarchia, ma siamo moderni per i progetti europei” si presenta con queste parole Miriam Stagni, referente del progetto NOMI e coordinatrice del dipartimento linguistico dell’istituto bolognese. Il liceo Laura Bassi è una scuola che motiva i propri studenti (1.400) a viaggiare e uscire dalla “comfort zone”, avendo così un orientamento più internazionale. L’iniziativa NOMI ha reso il desiderio realtà, Bologna coordina gli scambi con altre cinque scuole che si trovano nelle isole di Thaiti (“Lycèe Professionnel Saint Joseph”, Francia), Aldaia (“IES Salvador Gadea”,Spagna), Funchal (“Escola Basica e Secondaria”, Portogallo), Espoo (“Leppavaaran Lukio”, Finlandia) e La Rèunion (Lycèe Saint Charles”, France). “Gli studenti sono motivati se anche gli insegnanti lo sono, i nostri alunni sono entusiasti dei progetti di scambio europei. Lo scopo è che i nostri ragazzi diventino dei bravi e pacifici cittadini europei” aggiunge Stagni.
NOMI è stato presentato in occasione dell’evento “Erasmusdays 2019” che, fino a domenica, organizzerà eventi in tutta Europa per dare spazio a chi l’erasmus l’ha vissuto in prima persona, ovviamente feste e concerti non mancheranno. L’Italia sarà particolarmente attiva, oltre 220 eventi sono in programma in tutto lo stivale, da Milano fino a Catania.
L’Eramsus+ è il fiore all’occhiello dell’Unione Europea, che nel corso degli anni ha permesso ai giovani di approfondire sia la scoperta del mondo che di sé stessi. Nonostante i grandi traguardi raggiunti, c’è sempre spazio per migliorare. La volontà è quella di “rendere il programma più accessibile” ha detto Giorgio Marini,rappresentante della Direzione Generale (DG) della Commissione europea per l’educazione e la cultura, e per semplificare “bisogna avere più fondi”. Rendere Eramus+ più compatibile alla digitalizzazione e alla sostenibilità è tra i piani futuri della Commissione.

IL Liceo Laura Bassi al Parlamento Europeo

Docenti Referenti : Miriam Stagni, Elena Pezzi


CIC – SPORTELLO DI ASCOLTO

A partire da lunedì 21 ottobre 2019 è attivo, sia in sede che nelle succursali, lo Sportello di Ascolto (CIC), curato da Docenti dell’Istituto, rivolto a studenti e genitori.

Ne possono usufruire, negli orari e nei luoghi indicati, tutti gli studenti e genitori che desiderino, in maniera del tutto riservata, ricevere informazioni, ascolto e consulenza su problematiche educative in ambito scolastico.

Compatibilmente con l’attività programmata (v. verifiche, spiegazioni, etc.) i Docenti delle ore interessate consentiranno l’uscita degli studenti.

L’alunno che si reca al CIC, deve informare l’insegnante dell’ora, il quale, per rispetto della privacy, a eventuali richieste della classe della motivazione dell’assenza dell’alunno, dovrà rispondere che è a colloquio con un insegnante. Non deve essere scritto sul registro di classe.

Dopo il colloquio, l’insegnante del CIC rilascia una giustificazione dell’avvenuto incontro, che l’alunno farà vedere all’insegnante della classe. La giustificazione rimarrà in possesso dell’allievo.

Si ricorda che si accede allo Sportello su appuntamento attraverso questa modalità:

ALUNNI:

-succursale: per contatto diretto con le insegnanti Prof.sse Anna Conti e Monica De Sario

-sede: per contatto diretto con gli insegnanti Prof.ssa Chiara Testi e Prof. Gian Luca Riccio o tramite agenda posta in segreteria alunni o inviando una mail alla sig.ra Milena all’indirizzo alunni@laurabassi.it.

-via del Riccio: tramite agenda posta presso l’ufficio del personale ATA.

GENITORI:

Attraverso il coordinatore di classe che contatterà direttamente gli insegnanti.                                        

Docenti Referenti : Chiara Testi, Monica De Sario

volantino cic


PROGETTO UNO SPAZIO PER I GIOVANI

Gli studenti delle classi Seconde sono impegnate nel Progetto “Uno Spazio per i giovani” promosso dallo Spazio Giovani dell’AUSL-Bologna. Le classi, accompagnate dal loro insegnante dell’ora, si presenteranno allo Spazio-Giovani, via Sant’Isaia 94/a, scala A, secondo piano ammezzato.

COMUNICAZIONE