Nel fare seguito alla comunicazione n.142 del 28 gennaio 2020 contenente le indicazioni operative per i corsi di recupero, si pubblica l’orario e l’articolazione dei diversi corsi di recupero e delle attività di potenziamento.

  1. Calendario dei corsi di recupero
  2. Calendario attività di approfondimento

CORSI DI RECUPERO

Gli studenti che hanno ricevuto apposita indicazione dovranno:

  1. consultare l’orario cercando la materia assegnata, la classe di appartenenza, l’orario e l’aula ;
  2. frequentare regolarmente i corsi predisposti dalla scuola presentando, in caso di assenza, giustificazione direttamente al coordinatore della loro classe.

Nelle pause tra un corso e un altro, sono a disposizione degli studenti alcune aule studio con un docente in assistenza, come di seguito riportato:

Gli studenti che escono dalla scuola dopo aver frequentato il corso, ricadranno sotto la responsabilità delle famiglie.

ATTIVITA’ DI POTENZIAMENTO

Gli studenti che non hanno alcuna insufficienza da recuperare dovranno:

  1. individuare le attività di potenziamento proposte dalle scuola, cercando la classe di appartenenza, l’orario, il luogo.
  2. frequentare regolarmente le attività di potenziamento predisposte dalla scuola presentando, in caso di assenza, giustificazione direttamente al coordinatore della loro classe.

Possono partecipare alle attività di potenziamento, ad esclusione dell’attività sciistica, anche agli studenti ai quali è stata fornita indicazione di “studio individuale” e agli studenti impegnati nei corsi di recupero solo in alcuni giorni della settimana. Di seguito i criteri per i recuperi delle insufficienze del trimestre indicati nel PTOF della scuola ( https://laurabassi.it/sites/default/images/articles/media/9/PTOF2016-2019.pdf ):

(…) Le attività di recupero delle insufficienze del trimestre sono finalizzate sia alla ripresa e consolidamento dei contenuti svolti nei primi tre mesi di scuola, sia al rafforzamento dei metodi e delle competenze necessarie affinché l’alunno possa colmare il “ritardo” nell’apprendimento e concludere positivamente l’anno scolastico. Pertanto le prove di verifica del superamento dell’insufficienza del trimestre dovranno valutare: il miglioramento nell’acquisizione dei contenuti; il raggiungimento di competenze sufficienti per affrontare argomenti e percorsi del pentamestre; nonché fornire allo studente gli elementi per una seria autovalutazione dei propri eventuali progressi. Le prove di verifica del superamento dell’insufficienza del trimestre, da somministrare alla conclusione delle attività di recupero progettate dalla scuola e indicativamente non oltre il mese dall’inizio di queste, potranno:

  • essere scritte oppure orali (a seconda delle competenze da verificare, delle tipologie di verifica abitualmente adottate, delle caratteristiche dell’alunno…);
  • comprendere in un’unica verifica l’intero programma da recuperare, oppure verificarlo in più prove;
  • essere individualizzate oppure coincidere con una prova di ripasso somministrata a tutta la classe, che verifichi però – almeno per gli alunni insufficienti – i soli obiettivi del trimestre;
  • prevedere anche lo svolgimento di esercizi e lavori individuali.

La data della/e verifica/che deve essere comunicata con anticipo (1 settimana) e segnata sul registro. Lo studente che risultasse assente non potrà sostenere la prova di verifica in altra data, a meno di non produrre certificato medico giustificante l’assenza. Allo stesso modo, lo studente che risultasse ancora insufficiente non potrà disporre di un “recupero-del-recupero”, salvo valutazioni specifiche del docente. Si ricorda tuttavia che l’insufficienza nel trimestre non pregiudica in alcun modo un esito positivo a fine anno, qualora l’alunno – in seguito alle attività offerte dalla scuola, al recupero in itinere e ad attività motivazionali svolte dall’insegnante e/o al personale impegno e alla progressiva maturazione – alla fine del pentamestre raggiunga in ogni caso la sufficienza (…)”.